Un referendum beffa. Le ragioni per dire No al referendum elettorale in 10 punti.

1. Siamo tutti scontenti della vigente legge elettorale, unanimemente denominata “porcellum” con la quale si è votato nelle ultime due tornate elettorali (2006 e 2008). 2. Questa legge, attraverso le liste bloccate, ha espropriato gli elettori di ogni residua possibilità di scegliersi i propri rappresentanti in Parlamento, conferendo a una ristrettissima oligarchia di persone (i capi dei partiti politici) il … Continua a leggere

Quando si esagera.

Riporto una lettera apparsa sul sito www.inalessandria.it che condivido abbastanza: Ad Alessandria gli automobilisti dilagano e parcheggiano liberamente: è deliro di onnipotenza? Alessandria: dopo anni di permissivismo, durante i quali le automobili si sono sempre più insinuate in tutti gli interstizi urbani, ormai, come un fiume in piena che ha definitivamente rotto gli argini, gli automobilisti dilagano liberamente nella città … Continua a leggere

Federazione PRC-SE Alessandria su Referendum e fine campagna lettorale

La Federazione di Rifondazione Comunista di Alessandria ritiene conclusa la sua campagna elettorale per le elezioni Provinciali. Ringrazia tutti coloro che, in questa scadenza elettorale, si sono impegnati per un buon risultato del nostro partito. Ringrazia inoltre le diverse migliaia di elettori che hanno creduto nella sua proposta politica e per questo deciso di votare Rifondazione Comunista alle elezioni provinciali … Continua a leggere

Moriremo tutti democristiani?

  Filippi ha deciso l’apparentamento con l’UDC dopo aver a lungo corteggiato Barosini (il candidato presidente al primo turno del partito di Casini) con lusinghe e la sicura promessa, in caso di vittoria, di una bella poltrona da assessore e forse anche la vicepresidenza. L’asse UDC – PD in Piemonte , dopo l’apparentamento anche in provincia di Torino , è … Continua a leggere

Il sindaco

Il nostro beneamato sindaco è stato eletto alla carica di consigliere provinciale. Per legge non so se le due cariche siano compatibili tra loro, ma dopo tutto se il candidato alla presidenza della provincia è anche onorevole e se il presidente del consiglio è stato candidato all’Europarlamento, per loro tutto è possibile. Si approfitta della visibilità di alcuni personaggi ,che … Continua a leggere

Gianni Naggi: “Qualche riflessione post elettorale”

Il momento elettorale è quasi passato, a sinistra ci si lecca le ferite come ormai da un po’ di tempo in qua. Una prima riflessione da fare è che per 364 giorni all’anno diciamo che della politica è importante il rapporto con le persone, i contenuti proposti, e quindi lo spirito vero della politica stessa, cioè una proposta di società … Continua a leggere

Dalla sconfitta rilanciare il conflitto sociale e l’unità della sinistra di alternativa

PAOLO FERRERO Da Liberazione del 10 giugno 2009 Le elezioni ci consegnano un panorama decisamente spostato a destra. A Livello europeo assistiamo alla vittoria delle forze conservatrici, ad una pericolosa crescita delle forze razziste e al crollo delle socialdemocrazie. Le forze della sinistra europea tengono con alcuni elementi di crescita ma certo non sfondano. Per adesso la crisi quindi lavora … Continua a leggere

Eppur bisogna andar….

I risultati usciti dai seggi elettorali costringono a qualche amara considerazione. Non si è raggiunti il quorum necessario per portare una qualche voce della sinistra italiana al parlamento europeo, quorum deciso dai partiti attualmente seduti nel parlamento italiano per preservarsi e conservarsi. Il pericolo più grande è adesso farsi prendere dallo sconforto, credere che l’impegno non serva, in questo momento bisogna rimboccarsi le … Continua a leggere

FUORI DAL CORO A SINISTRA. PIU’ TRENI LOCALI E PER PENDOLARI MENO TAV – volantinaggio mercoledì 3 giugno, stazione di Alessandria dalle ore 6.00

La scorsa settimana si è sfiorato il dramma lungo la linea ferroviaria Alessandria – Torino presso Solero. Due treni procedenti in direzioni opposte hanno dato luogo a una parziale collisione. Ha avuto la peggio il treno n. 24610 su cui si sono letteralmente infranti i vetri di un finestrino. Fortunatamente le persone presenti sono rimaste illese. Non è un caso, … Continua a leggere